Chiesa silvestre di Santa Maria in Argon

San Paolo d'Argon | Luoghi religiosi

Un delizioso luogo di contemplazione nel cuore del PLIS delle Valli d’Argon

La chiesa, sorta probabilmente sulle rovine di un tempietto pagano, è ubicata in cima al Colle d’Argon, a 482 metri d’altezza, in un ambiente di suggestiva bellezza ed è raggiungibile sia da San Paolo d’Argon attraverso un comodo sentiero nel bosco, sia da Torre dé Roveri.

L’edificio religioso, facente parte dell’antico monastero benedettino, si compone di una parte più antica, a livello del presbiterio, costituita da un sacello a navata unica con terminazione tricora e dalla vera e propria navata, aggiunta successivamente, nel 1516, ma non perfettamente in asse con la parte più antica. L’articolazione del sacello originario – simile per taluni aspetti a Santa Croce di Bergamo e alla Madonna dell’Olmo di Verdellino – rimanda ad antiche origini, sicuramente preromaniche e comunque altomedievali; la terminazione tricora è infatti forma che risale all’età paleocristiana.

Degno di menzione anche il campanile, situato originariamente in facciata (torre d’ingresso) e in seguito divenuta elemento di raccordo tra l’area presbiteriale  e la nuova navata.

Soluzioni siffatte, con torre campanaria centrale sono visibili in altri complessi monastici (su tutti Fontanella, nell’isola bergamasca o la vicina chiesa di Santa Maria di Monte Misma) e richiamano soluzioni architettoniche proprie delle abbazie francesi portate in Italia dall’ordine Cluniacense.

La chiesa conserva nella parte absidale esterna  – ad esclusione della copertura e delle finestre rettangolare inserite a sostituzione di quelle antiche, più piccole – gran parte della sua veste originale; il campanile risente invece delle trasformazioni del primo cinquecento che ne hanno in gran parte modificato l’aspetto. Gli affreschi nelle tre tazze absidali vengono attribuiti all’operato del pittore seicentesco Pietro Baschenis; più antichi risultano invece essere gli affresche esterni, visibili sotto il portico del lato sinistro della navata, probabilmente realizzati durante gli interventi cinquecenteschi di ingrandimento del tempio.

Promozione e valorizzazione a cura dell’Associazione inChiostro.Itinerari e incontri d’arte

CONTATTI

  • San Paolo d'Argon
  • 3478499270
  • E-mail