Cooperativa Innesto Onlus

Gaverina Terme |


La Cooperativa Sociale L’INNESTO Onlus è stata fondata, nel 1999, da un gruppo di soci eterogenei per formazione culturale, tecnica e professionale ma tutte accomunate dall’amore verso il proprio territorio, le proprie radici e tutte impegnate in attività di volontariato in diverse organizzazioni nazionali.

Nella seconda metà degli anni ‘90, l’area della Val Cavallina subiva, inesorabilmente, la stagione dell’abbandono e dell’impoverimento. Nacque, così, l’idea di mettersi in gioco in un’attività imprenditoriale collettiva che potesse contribuire a fermare il processo in atto, con l’intento di creare, sul territorio e per il territorio, opportunità di lavoro e di promuovere l’integrazione nei processi lavorativi di persone in situazione di svantaggio sociale, secondo la legge 381/91.

La Cooperativa L’INNESTO, ha intrapreso come primi lavori quelli legati alla cura e salvaguardia del territorio e all’allevamento equino, ovicaprino e di piccoli animali, dedicandosi, da subito, alla ricerca e al recupero della storia e delle tradizioni locali. Nel tempo, ha ampliato la propria attività, diversificando i settori di intervento: dalla valorizzazione ambientale nel campo dell’ingegneria naturalistica e civile, alle attività nel campo dei servizi di pulizia e multiservices e dell’ecologia; dalla didattica naturalistica ed ambientale ai servizi turistici.

La Cooperativa L’INNESTO interagisce, da sempre, con numerose sigle a carattere locale, nazionale ed europeo nell’ambito del turismo sostenibile e responsabile.

Le attività della Cooperativa Innesto Onlu

INNESTO SOCIALE

L’attività lavorativa dell’Innesto è sviluppata tenendo conto della connessione fra gli scopi sociali e quelli d’impresa. Tra l’ambito produttivo e quello sociale vi è, infatti, una stretta collaborazione tesa alla costituzione di un percorso ideale che conduca i soggetti idonei – giunti al termine del loro percorso formativo nell’ambito dell’inserimento lavorativo o delle borse lavoro – alla possibilità di entrare, a tutti gli effetti, nelle squadre di lavoro dei settori produttivi.

Per quanto riguarda l’aspetto socio-occupazionale ed educativo i rapporti con i servizi sociali della Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi, del Consorzio Servizi Val Cavallina e della locale A.S.L. hanno prodotto dal 1999 ad oggi numerosi inserimenti sia in borsa lavoro che in convenzione. La media, tra la propria forza lavoro ed i soggetti svantaggiati, è stata sempre, in percentuale, nettamente superiore agli obblighi minimi di legge.

Da evidenziare il sostegno dato da L’INNESTO all’iniziativa del Dragon Boat per le donne malate e/o operate di tumore al seno che ci ha visto acquistare l’imbarcazione necessaria e convenzionarne l’uso con l’Associazione Cuore di Donna di Casazza.

INNESTO AMBIENTE

I servizi di pulizia e manutenzione del verde, un’attività consolidata nel tempo, risultano fondamentale per le politiche di inserimento lavorativo, relativamente alle tipologie di soggetti svantaggiati che ci vengono segnalati dai servizi sociali competenti.

Dal 2007, la Cooperativa ha avviato l’attività di presidio di Centri comunali di Raccolta Rifiuti, per la quale è stata ottenuta (a dicembre 2009) l’iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali alla C.C.I.A.A. di Milano.

Tra le tante commesse, si segnala l’esperienza realizzata con il Comune di Milano per le attività di supporto alle operazioni di manutenzione tecnica e biologica delle vasche di ostensione, di quarantena e del giardino dell’Acquario civico milanese.

INNESTO TURISMO

Partendo dal presupposto che il turismo è una componente vitale dell’economia locale, l’obiettivo che la Cooperativa L’INNESTO si propone è quello di offrire servizi e motivazioni in grado di attrarre visitatori e, nello stesso tempo, migliorare il benessere della comunità ospitante, promuovendo le tipicità del territorio, la riscoperta dell’identità del paese ed il rispetto delle tradizioni locali.

La Cooperativa vanta la gestione, dal 2003, della “Casa del Pescatore”, sita nel comune di Monasterolo del Castello sul Lago di Endine, regolata dalla convenzione con la Provincia di Bergamo Assessorato Agricoltura Caccia e Pesca e la Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi. Anche la Casa del Pescatore, all’interno della complessa articolazione aziendale, si rileva un importante nicchia per il raggiungimento degli scopi sociali, avendo qui ricavato possibilità per spazi occupazionali in ambito protetto, grazie alla complementarietà tra il tipo di convenzione in essere e la tipologia dell’attività ricettiva.

Il sistema ricettivo, legato alla Valle delle Sorgenti (il Bioparco della Val Cavallina) realizzato nel Borgo Antico, è di tipo diffuso e dotato di strutture complementari (impianti per il tempo libero, aree di accoglienza, ecc.) di impatto altamente sostenibile. Questo sistema assicura all’ospite un’esperienza turistica basata sulla partecipazione e una dimensione vera e autentica della destinazione.

INNESTO SAPERE

Iniziato nel 2000, il progetto di attività didattico-educative definito “Fattoria Scuola”, si è consolidato nella rete provinciale delle Fattorie Didattiche e nella collaborazione con varie aziende agricole presenti sul territorio, con le quali sono stati instaurati rapporti di collaborazione per la gestione di visite scolastiche e delle attività didattiche correlate.

Il progetto è negli anni cresciuto, specializzandosi in ambito naturalistico-ambientale, diventando punto di riferimento per numerose scuole, enti locali, associazioni e aziende per la realizzazione di percorsi ed iniziative sui temi dell’educazione ambientale e della cultura locale.

In coerenza con l’impegno in ambito didattico-ambientale, l’INNESTO promuove azioni culturali di ricerca delle tradizioni e del folclore locale, legate in particolare all’attività agricola di montagna.

CONTATTI