Valmaggiore – Cascina Torrezzo – Valmaggiore

Segnavia C.A.I: 620
Difficoltà: EE – Escursionistico per Esperti
Partenza: Valmaggiore (Endine Gaiano)
Arrivo: Valmaggiore
Quota minima: 370 m
Quota massima: 1.319 m
Dislivello: 949 m
Durata in ore e minuti: 6 h
Presenza di acqua sul percorso: salita per Rumignano
Accessibilità: dalla S.S. 42 in territorio di Endine Gaiano si seguono le indicazioni per la frazione Valmaggiore.
Parcheggio: a valle della piazzetta di Valmaggiore.

Indicazioni percorso:
Dal posteggio, si sale fino alla piazza di fronte alla chiesa parrocchiale e si attraversa a destra il borgo storico di Valmaggiore, oltrepassando il vecchio ponte in pietra della Valle dei Fondi, da cui con una costante salita su strada nei boschi si giunge alla località Rumignano (582 m slm, a circa 1 ora dalla partenza).

Dopo un breve tratto in piano, la sterrata procede in salita per terminare presso la località Masoni (708 m slm, 1,30 ore). Da qui, si procede lungo il sentiero che si inoltra nella Valle dei Cerri, attraversando boschi di Castagno.

Giunti alla testata della valle, il tracciato si fa ripido con numerosi tornanti fino ad arrivare in cresta dove, tra piccole radure, si trovano capanni da caccia, tra cui il roccolo Gazini (1.137 m slm, 3,00 ore). Si prosegue sulla costa superando progressivamente le scoscese pareti di roccia che coronano tutto il rilievo sinistro della Val Cavallina, messe in sicurezza con la posa di corda metallica, gradinate in legno e palificate. Giunti in prossimità di una postazione di caccia, si può ammirare lo strapiombo sul Lago di Endine. Proseguendo a destra, si arriva alla sterrata che, risalita a sinistra, conduce in pochi minuti alla malga Torrezzo (1.319 m slm, a circa 4 ore dalla partenza). Si prosegue sempre sulla sterrata che scende sul versante meridionale, terminando con una sbarra, per poi seguire la strada in cemento che scende a sinistra, quasi in direzione opposta, fino alla seconda casa dove si piega a sinistra seguendo l’indicazione di un cartello per Clusone. Oltrepassata la dorsale, si imbocca un sentiero che scende in un bosco con una vecchia carbonaia. Alcuni grandi faggi segnalano un antico roccolo ora trasformato in capanno da caccia. Si giunge così al pascolo del Sícolo (poco più di un’ora dalla malga Torrezzo, splendido terrazzo orientato a Est verso la Val Cavallina e la Val Camonica. Si prosegue in discesa lungo il prato e, nei pressi di un rudere, si imbocca un sentiero sulla sinistra che attraversa il bosco. Il tracciato scende con tornanti, evitando alcune deviazioni sulla sinistra che conducono ad una grande cascina, verso una mulattiera che scorre al limitare del bosco e che conduce al piede del prato. Si scende lungo la sterrata che conduce verso valle e che si abbandona a sinistra per una strada segnalata con cartelli stradali. Attraversato il torrente della Valle del Ferro, si svolta a sinistra verso una piccola area di sosta attrezzata e poi, seguendo il Percorso Vita del Comune di Endine, si attraversa un ponticello in legno sino ad imboccare la strada che, dalla località Tironéga, porta alla frazione di Valmaggiore.

Credits: Cooperativa Sociale l’Innesto Onlus e Consorzio Servizi Val Cavallina.