Comune di Cenate Sotto

Dal Castello Lupi una posizione di controllo, circondato da incantevoli angoli di natura

Posto all’imbocco della ValCavallina, questo paese nasce come un borgo di antiche origini, ma il nome definitivo di Cenate appare nell’830, quando un documento di eredità recita: Casa sua de Cenate. Il nome precedente di Casco venne utilizzato per identificare una piccola frazione, ora in territorio di Cenate Sopra.

L’epoca medievale vide il paese di Cenate Sotto in una posizione strategica che gli permetteva di essere in una posizione difensiva e di controllo sulla strada che dalla pianura porta in val Cavallina ed a Trescore Balneario. Ecco perché numerose fortificazioni, la più importante delle quali è il Castello Lupi. Posto in una posizione predominante sull’intero paese, venne edificato per conto della famiglia Suardi, che ne subì l’esproprio da parte della Repubblica di Venezia nel 1483, la quale lo assegnò alla famiglia Lupi, schierata con la Serenissima. Il castello è dotato di saloni con affreschi settecenteschi e della piccola chiesetta di San Francesco Saverio, databile attorno al 1740.

In epoca medievale furono numerose le diatribe tra i due borghi del paese (allora chiamato Cenate San Martino) divisi tra loro dal torrente Tadone. Questi sfociarono in ripetuti scontri dopo che San Carlo Borromeo decise di istituire, nel 1575, una seconda parrocchia, nell’attuale territorio di Cenate Sopra, dividendo di fatto il paese.

Tra gli itinerari artistici e naturalistici di interesse puoi partire dalla chiesa parrocchiale di San Martino, edificata nel XVI secolo e riedificata nel XVII secolo che possiede un quadro di Giovan Battista Moroni raffigurante il santo protettore.

Di notevole importanza è il Santuario della Madonna di Loreto, situato sul colle che sovrasta il paese. Da questa si ha una stupenda visuale di tutto il paese e parte della pianura bergamasca. Edificata nel 1617, custodisce opere scultoree di notevole pregio, nonché dipinti di Enea Talpino detto il Salmeggia.

Poco distante, salendo tramite la strada che porta verso la frazione San Rocco, da cui poi è possibile raggiungere Scanzorosciate, si trovano le chiese di San Bernardo e la parrocchiale della frazione stessa, entrambe edificate nel XVII secolo.

Inoltre il territorio comunale offre numerose possibilità per chi volesse stare a contatto con la natura. Negli ultimi anni infatti si sono moltiplicate le iniziative per rivalorizzare gli spazi verdi presenti, che hanno permesso alla popolazione di ritornare a scoprire angoli suggestivi. Tra questi vi è la zona a ridosso del colle d’Argon che è stato inserito in un Parco locale di interesse sovracomunale denominato Parco delle valli d’Argon.

Comune di Cenate Sotto
Superficie: 4.51 Kmq
Abitanti: 3688
Altitudine: 267 mt s.l.m.